Sophie Scholl

"Libertà di parola, libertà di fede, difesa dei singoli cittadini dall’arbitrio dei criminali stati fondati sulla violenza: queste sono le basi della nuova Europa."

Sophie Scholl (Forchtenberg, 9 maggio 1921 – Monaco di Baviera, 22 febbraio del 1943) venne uccisa appena ventenne con suo fratello Hans e Alexandre Schmorell, per aver disseminato i volantini del gruppo ‘La Rosa Bianca’ che inneggiavano alla pace, alla libertà, alla solidarietà tra i popoli europei.

La lezione della giovane Sophie nata il 9 maggio, giorno successivamente scelto come festa dell’Europa, resta tuttora un esempio per tutti i giovani europei di buona volontà.